Che tra le grandi aziende americane Twitter stia diventando un canale di promozione e di informazione di grande prospettiva lo si è detto più volte, ma i numeri di questa tendenza non sempre balzano all’occhio, se non in casi eclatanti. E sicuramente eclatante è il milione di seguaci messi assieme su Twitter in poco più di un anno da Whole Foods Market, che entra prepotentemente nel club dei milionari Twitter (una 50 di account in tutto il mondo).

Niente di strano. Twitter è uno dei nuovi strumenti di comunicazione, è gratuito, veloce, immediato e semplice da usare ed è più che normale che le grandi aziende destinino una o più risorse a queste nuove forme di marketing, ma numeri come quelli, tanto più a in per un’azienda che opera in campo alimentare, non possono che stupire e spingere a riflettere chi di questi fenomeni si occupa.

E’ vero, Twitter è ancora un fenomeno di moda e di costume; ai primi posti tra i più seguiti ci sono attori come Ashton Kutcher, con 2,7 milioni di followers ed Ellen DeGeneres (aka TheEllenShow) e star come Britney Spears, tutti oltre i 2 milioni di followers insieme alla CNN (fonte http://twitterholic.com). Attrettanto vero è che le aziende oltre il milione di seguaci si contano sulla punta delle dita: Twitter  (1,8 milioni), Google (1,1) e alcune testate giornalistiche. Ecco perché il milione di followers raggiunto da Whole Foods Market è una notizia eclatante!

Una company non tecnologica nell’impero dei media, di Google e Dell (850milla followers), con un account milionario e un’infinità di accounts per ogni singola esigenza dei clienti. Segno di una confidenza nel mezzo che va oltre qualsiasi statistica, ma che sembra davvero premiare l’azienda Texana. Sarebbe davvero ora che anche le nostre imprese si accorgessero di queste opportunità e seguissero esempi illuminanti come questo.