EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

By

Quando creare contenuti diventa arte

Rudy Bandiera Le MagnificheIl lavoro del Social Media Manager? Creare contenuti.” Credo che il 25/06 sarà ricordato da chi lavora in rete come una data storica. Oggi l’eterna lotta tra il mondo dei Social e quello della SEO ha toccato un nuovo apice, forse definitivo. Il mio amico e collega Rudy Bandiera ha voluto dire la sua e l’ha fatto usando la vera arma in più di noi “socialcosi”: la creatività.

E’ questa la vera differenza tra il grigio lavoro del SEO Specialist e i lustrini e le paillettes di quelli che invece “cazzeggiano” sui social media, sfruttando il “lato colorato” della rete. Certo, se si vuole avere successo online, non c’è un aspetto che davvero possa definirsi più importante degli altri. Per essere visibili in rete occorre lavorare su tutti i fronti, senza lasciare intentata nessuna strada.

Cosa che ovviamente non ha fatto lui, questo novello rapper emiliano che, incurante del giudizio dei troppi soloni della rete, continuamente a caccia di fuffa e di #fail, ha voluto cimentarsi in un video musicale dall’elevato potenziale virale. La parola alle immagini, dunque, alle #magnifiche che il buon Bandiera ha lanciato su Pinterest e al coraggio di questo vero e proprio guascone della rete.

P.S. Questo ipertatuato figuro è anche il mio testimone di nozze #sapevatelo

By

PWES 2011: Pane, Web e Salame per aziende che hanno fame di visibilità

Pane, Web e Salame #pwes2 2011 è un incontro sulla comunicazione online, che si tiene presso il Castello Malvezzi a Brescia. E’ un Social Media Camp in cui le aziende parlano delle loro strategie pubblicitarie e di marketing sul web e spiegano al pubblico il loro approccio alla comunicazione online, con particolare riferimento al Social Media Marketing. Mi piace per almeno un paio di motivi e per questo domani, 23 giugno, alle ore 12:30 terrò un breve speech dal titolo Food 2.0: a tavola con il web, presentando due case study relativi ad aziende per cui faccio consulenza, Rigoni di Asiago e Brunelli.

Quanto ai motivi per cui trovo interessante questa iniziativa, c’è sicuramente il luogo: non Milano, come troppo spesso accade, ma Brescia, cosa che stimola il mio lato geolocal e la mia propensione al marketing territoriale (potrei parlarne per ore ma per questa volta la pianto qui). Il secondo motivo è legato al connubio Food – Web, quanto mai attuale ed in linea con il mio personalissimo “piano B” per l’Italia, che sarebbe ora abbandonasse le residue velleità industriali e che si gettasse a capofitto nelle cose in cui da sempre eccelle: cultura, arte, enogastronomia e… comunicazione / marketing.

Vi aspetto domani a Brescia, dunque, per confrontarci su queste importanti tematiche e per ribadire quanto margine ci sia ancora nella comunicazione delle aziende e dei loro prodotti e servizi attraverso il web e i suoi molteplici strumenti. Ovviamente nei prossimi giorni pubblicherò le slides del mio speech, le foto e altro materiale, quindi tornate a visitare questo sito!

Pane Web e Salame

Castello Malvezzi
Via Colle San Giuseppe, 1 (BS)
MAPPA

By

L’Aquila, il futuro vola e passa per il web

OK Abruzzo, L'Aquila vola da teSe c’è una cosa che detesto è la “carità pelosa”, quella che fa audience e attirare consensi, ma che costa troppa poca fatica per rappresentare davvero un gesto nobile. Non dico che sin qui per l’Abruzzo e i terremotati de L’Aquila sia stato fatto questo, ma preferisco iniziative diverse e “pro-attive”, come quella del nuovo portale e-commerce www.okabruzzo.it, il cui slogan recita “L’Aquila vola a casa tua”.

Presentato nei giorni scorsi alla stampa e apparso ieri su “Stricia la notizia”, il portale consente l’acquisto di moltissime qualità e tipologie di prodotti tipici provenienti dalle zone colpite dal terremoto e consente alle aziende locali di prendere un po’ d’aria in un periodo in cui la crisi e il terremoto hanno reso magri i bilanci ed incerto il futuro.

Il portale è promosso dal Centro Studi CODACONS-COMITAS, e sponsorizzato da Poste Italiane, AAMS – Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato e Sisal spa, MKT121 (Gruppo Markonet), con il patrocinio della Provincia dell’Aquila e con la collaborazione di Confindustria, Confartigianato, CNA e Comunità Montana Amitermina.

Complimenti a tutti, perché è questo che serve, non i proclami. E nemmeno i soldi, piovuti da ogni parte del mondo e incapaci, da soli, di far risorgere una città e una regione. Ci vuole di più. Ci vuole modernizzazione, internazionalizzazione (che non significa globalizzazione) sinergia, cooperazione e strategia, per uscire da questa tragedia e da questa crisi.  Tutte scintille che brillano timide in questo progetto, cui ciascuno a suo modo può contribuire. Comprando (acquisto minimo contenuto a 25 Euro e spedizione gratuita), regalando buoni acquisto ad amici e parenti, promuovendo, sponsorizzando ed appoggiando.

Il web è un grande veicolo di marketing, come sappiamo.  Questo portale è soltanto un inizio, ma fa ben sperare per le sorti di un popolo che ha sempre combattuto contro la natura e talvolta contro l’umanità e le oppressioni, e che oggi fortemente combatte lo status di disagio cronico e di assedio mediatico cui suo malgrado è sottoposto. Basta proclami, dunque, basta inutile compassione e benvenuta a questa nuova creatura web e al bene che potrà fare all’economia abruzzese.

By

Un nuovo sito web ed una nuova web marketing strategy per Retecasa

Dall’Ufficio Stampa di Retecasa S.p.A – Vicenza.

Lo screenshot del nuovo sito di RetecasaRetecasa S.p.A., società leader nel franchising immobiliare in Italia, annuncia il restyling del proprio sito web www.retecasa.it ad opera di Studio Boraso.com, affermata realtà nello sviluppo di web marketing e progetti immobiliari di successo come Immobilmente.com, che nei primi mesi del 2008 lo aveva realizzato. La nuova versione del sito è online dal 24 luglio scorso, a seguito di un consistente intervento di ottimizzazione, principalmente focalizzato sul SEO (search engine optimization) e sull’usabilità.

Un settore difficile e concorrenziale, quello dell’immobiliare, tanto più nel web, “territorio di caccia” ostile e ricco di competitors e di insidie, da affrontare con gli strumenti giusti oltre che con la professionalità di un network, quello Retecasa, che ad oggi conta oltre 250 punti vendita uniformemente dislocati in tutto il territorio nazionale. Punti di forza del progetto Retecasa sono la vasta gamma di servizi offerti, il supporto, l’assistenza e la visibilità a 360°, grazie a iniziative editoriali e internet; ecco perché è stato compiuto un ulteriore investimento sul sito a poco più di un anno dalla sua messa online.

Rispetto alla precedente versione, gli interventi più evidenti riguardano in egual misura la facilità di accesso da parte degli utenti e la familiarità con le logiche dei motori di ricerca, in costante evoluzione. La nuova impaginazione è progettata per “piacere” agli spider dei search engine, con i contenuti giusti nei posti giusti, cosa che ovviamente piace molto anche agli utenti “umani”. A colpo d’occhio, infatti, il nuovo layout del sito appare più semplice e intuitivo, facile e rapido da navigare in pochi click grazie al nuovo e ben visibile menù orizzontale, un comodo pannello di ricerca per città e alla rinnovata interfaccia di ricerca avanzata, ora più compatta. Il nuovo look & feel del sito appare più ordinato, meno dispersivo e tuttavia sempre ricco di contenuti e di opportunità di navigazione.

Ma non ci sono soltanto interventi tecnici in questo investimento. La nuova strategia di web marketing studiata insieme a Studio Boraso.com, prevede numerosi step e obiettivi, come l’istituzione di importanti partnership con i principali portali immobiliari italiani e un approccio comunicativo nuovo e più in linea con le odierne abitudini degli utenti della rete. Al blog http://news.retecasa.it si affianca oggi la presenza su Facebook e, in prospettiva futura, l’utilizzo dei nuovi strumenti per comunicazione più snella e in tempo reale, come Twitter. Il restyling del sito è dunque l’inizio di un percorso di avvicinamento agli strumenti e ai canali del web 2.0 da parte di una grande azienda che vuole rappresentare un punto di riferimento certo nel settore immobiliare.

By

Bing indicizza i cinguettii dei VIP: il web verso una nuova era!

Siamo in una fase molto delicata per il web e per tutte le sue applicazioni. Lo si dice da molto: l’avvento di quello che chiamiamo web 2.0 non ha rappresentato in alcun modo un traguardo per la rete, ma al contrario è stata la molla di un cambiamento rapido, profondo e radicale. Siamo ancora agli inizi e lo scenario prospettato da Jeremiah Owyang circa un futuro in 5 ere per il social web, ad esempio, sembra addirittura una semplificazione eccessiva rispetto agli accadimenti quotidiani.

Di oggi la notizia che Bing, il recente motore di ricerca di Microsoft, ha iniziato da qualche ora ad indicizzare i contenuti delle pagine, i profili ed i commenti su Twitter dei personaggi più importanti della tecnologia, delle finanze e della politica a livello mondiale. Una svolta epocale che permetterà a questi personaggi, solo a loro per ora, ma probabilmente a tutti in futuro, di esprimersi in tempo reale e senza filtri attraverso lo strumento del microblogging. Con conseguenze clamorose in termini di opportunità pubblicitarie per Twitter, Facebook, Google, etc. Di queste evoluzioni ne parla oggi anche un bel post di Claudio Vaccaro su www.socialware.it, dal titolo Microblogging war o sfida finale sulla search?

Cosa significa in termini di advertising questa nuova mossa di Bing (e non solo)? Il senso appare molto chiaro: l’indicizzazione della “statusphera” darà luogo ad una vera e propria guerra per l’indicizzazione in tempo reale, con conseguenti opportunità di guadagno da parte dei motori di ricerca e di tutto l’indotto. Una guerra fatta di battaglie quotidiane per la visibilità a colpi di cinguettii e status! Chi vincerà la guerra? I motori di ricerca, ovviamente…

Reblog this post [with Zemanta]