Ragione Sociale: R.BRUNELLI S.p.A.
Referente / Ruolo: Alessia Brunelli – Resp. Comunicazione & Export Marketing Manager
Settore: Food
Categorie Merceologiche: Prodotti Lattiero Caseari
Link: www.brunelli.it
Pagine e account Social: Brunelli su Facebbok; Pecorino Romano DOP del Lazio su Facebook; Settecolli e Vergaro ALIBRANDI su Facebook

Grazie per il tempo che mi dedichi, Alessia. In cosa è “forte” l’azienda e perché?
L’azienda Brunelli -Industria Lattiero Casearia Romana- è leader di riferimento nella produzione di Pecorino Romano D.O.P. del Lazio, ancora oggi prodotto seguendo uno stretto disciplinare secondo l’antica tradizione Romana. La salatura artigianale “a secco” ossia effettuata manualmente con sale marino e la stagionatura naturale in grotte tufacee Etrusco-Romane del I sec a.C., si sposano perfettamente con la produzione industriale di un prodotto d’eccellenza.  Brunelli offre una vasta gamma di prodotti lattiero-caseari da latte ovino, vaccino e caprino, tra cui spiccano i Marchi Settecolli e Vergaro ALIBRANDI e SEGGIANO.  L’azienda è stata la prima a lanciare formaggi da latte di pecora pre-affettati in packaging “pronti al consumo”.

Quanto confida nel web per promuoversi e comunicare?
L’azienda Brunelli, conosciuta ai più per il grande lavoro di tecnologia alimentare e l’innovazione dei suoi prodotti, ha deciso di sviluppare una strategia di comunicazione basata sul web-marketing altrettanto innovativa, mirata a raggiungere il consumatore finale attraverso nuovi canali, coinvolgendo i social media quale veicolo di comunicazione immediata, ricca di contenuti e soprattutto ad altissimo impatto. L’obiettivo è quello di arricchire costantemente il nuovissimo sito aziendale di informazioni utili al consumatore per una scelta consapevole nel momento dell’acquisto, non solo per quanto riguarda il mondo Brunelli ma fornendo dettagli normalmente riservati agli “addetti ai lavori”, altrettanto utili al consumatore per orientarsi in maniera più attenta e critica nel settore lattiero caseario, in particolare quello del latte di pecora in cui Brunelli opera dal 1938.

Quali strumenti web utilizza quotidianamente?
Si utilizzano i classici motori di ricerca, da google a yahoo e poi strumenti quali Linkedin e Wikipedia. Il web prermette di reperire in pochissimi istanti notizie di ordine commerciale che fanno riferimento a mercati fisicamente lontanissimi da noi. Lo scambio di e-mail è lo strumento più automatico che si utilizza nella comunicazione quotidiana. Da poco più di un anno abbiamo attivato la telefonia voip che viaggia via web, altro strumento non tradizionale che coinvolge il web. Un’azienda innovativa DEVE necessariamente essere presente ma soprattutto attiva nel web oggi, l’epoca della globalizzazione, nel bene o nel male.

Il web è soltanto una vetrina o una vera piattaforma e strumento di lavoro?
Il web oggi non va ancora a sostituire totalmente la comunicazione aziendale off-line. Tuttavia andrà sempre di più ad abbracciare nuovi utenti, creando una piattaforma di contatto diretto con il consumatore e nello stesso tempo un’opportunità di crescita per l’azienda.  Brunelli offre al mercato beni d consumo che per emergere necessitano di comunicazione mirata. Il web rappresenta nel tempo uno strumento fondamentale per l’azienda, per creare un link con il consumatore finale soprattutto. È al tempo stesso uno strumento eccezionale per creare sinergia con le categorie di settore, quali fornitori e clienti.  Brunelli.it è stata una semplice “vetrina” quando nacque a fine anni ’90. Il 2011 chiede interazione con gli utenti e Brunelli ha investito nel mezzo per accontentarli!

Ci sono figure che si occupano esclusivamente del web in azienda?
L’azienda si è da poco affacciata al web 2.0, il che richiederà un grande impegno per creare contenuti interessanti e soprattutto costanti. Finora non è stato necessario contare su risorse umane interne dedicate solo al mondo del web. Probabilmente se i fruitori del web daranno voce a brunelli on-line chiedendo nuovi spazi con nuovi progetti da implementare, allora l’azienda sarà necessariamente orientata ad affiancare un web master, oltre ai referenti  esterni con cui già ha avviato proficue collaborazioni.  Attualmente seguo di persona questa nuova avventura.

Cosa è cambiato nel modo di lavorare, dai media tradizionali al web?
Il web sta “aprendo” l’azienda, non più incentrata solo al cliente ma anche al consumatore finale, al quale verranno dedicati ampi spazi di dialogo. Molto spesso le aziende sono spaventate nel dover condividere con terzi i propri “segreti” aziendali, in quanto è sempre dietro l’angolo il cosiddetto “spionaggio industriale”, che capita a tutti i gruppi industriali, dal più grande al più piccolo. Tuttavia, il rischio di diventare il “benchmark” di qualche altra azienda non è così male in fondo. Il beneficio sono i numerosissimi fruitori che andremo a corteggiare e alla fine siamo certi a conquistare.

Soddisfatti del web, come strumento di marketing, o ancora perplessi?
Brunelli ha sempre creduto nelle nuove tecnologie, nell’innovazione senza dimenticare il rispetto delle tradizioni. Lo slogan di Brunelli è “Tradizione e Innovazione con la Qualità di sempre”! Il sito brunelli.it diventerà sempre più “l’ufficio stampa” aziendale, creando un rapporto immediato con i consumatori ai quali spesso ci rivolgeremo per chiedere suggerimenti o magari per coinvolgerli in una scelta aziendale. Questo è solo l’inizio di un percorso che ci auguriamo riesca a far conoscere l’azienda Brunelli a chi non la conosce ancora per la qualità elevata dei suoi formaggi. Il web marketing ha confini molto più ampi del marketing off-line!

Grazie Alessia. Complimenti e buon lavoro.