Ragione Sociale: Cromobox
Referente / Ruolo: Roberto Colombo  – Responsabile Prodotto
Settore: Packaging – advertising non convenzionale
Categorie Merceologiche: Packaging in legno
Link: www.cromobox.com
Pagine e account Social:  http://twitter.com/cromobox, http://facebook.com/cromobox, http://www.flickr.com/photos/cromobox/sets/, http://www.youtube.com/user/realcromobox

Cromobox LogoIn cosa è “forte” l’azienda e perché?
L’azienda è “forte” perché ha saputo crearsi un mercato che non esisteva, il packaging in legno decorato con immagini ad alta risoluzione, andando di fatto a creare una nicchia che ha permesso ai clienti di auto-promuoversi attraverso uno strumento, la vecchia cassetta di legno , destinato a rappresentare esclusivamente un costo per le aziende.
Attraverso l’utilizzo di Cromobox invece si ottiene maggiore visibilità nei punti vendita, e maggior visibilità anche nel post vendita, in quanto le confezioni in legno decorate non vengono buttate ma anzi vengono regalate, riciclate, adibite ad altri usi in ambito domestico veicolando nel tempo il messaggio che il brand ha voluto trasmettere con esse.
Non da meno il fatto di poter avere le confezioni colorate in legno Cromobox sia in versione per le aziende a partire soprattutto da basse quantità ( partiamo dai soli 10 pezzi personalizzati secondo il gusto del cliente), fino ad arrivare ad una nuova gamma di prodotti pensata sia per la regalistica tra privati ,sia per l’arredo casa, personalizzabile in pezzo unico attraverso l’uso di immagini digitali ,una chicca che verrà commercializzata dopo l’estate.
Il fatto di avere ottenuto il brevetto a livello internazionale per il processo decorativo che è alla base di Cromobox poi ci mette sicuramente in una posizione privilegiata sul mercato non avendo di fatto nessun competitor in fatto di packaging in legno decorato con immagini fotografiche.
Una scelta che è costata molti sacrifici economici quella del brevetto internazionale, ma che sicuramente nel tempo verrà ampiamente ripagata.

Quanto confida nel web per promuoversi e comunicare?
Moltissimo, siamo presenti sul web in maniera quotidiana da ormai 2 anni e mezzo, ed ogni giorno impariamo cose nuove, raccogliamo nuovi spunti per prodotti futuri, ci confrontiamo con clienti e semplici utilizzatori del web, dialoghiamo con tutti cercando di essere sempre il più possibile onesti e trasparenti, qualità che alla fine pagano sempre, e non solo sul web.

Quali strumenti web utilizza quotidianamente?
In questo momento in cima alle nostre preferenze c’è sicuramente Twitter, uno strumento potentissimo a nostro avviso, che permette una interazione forse superiore anche  a Facebook per certi versi.
la comunicazione è più diretta, deve esserlo per forza in 140 caratteri, ma non per questo meno di qualità. Al secondo posto sicuramente metterei Flickr, dove abbiamo notevoli dati di accesso
Per finire ora come ora metterei Facebook con la nostra Fan Page e poi il canale Youtube, ancora poco utilizzato, ma contiamo di migliorarlo a breve grazie a qualche nuova idea di prodotto .

Il web è soltanto una vetrina o una vere piattaforma e strumento di lavoro?
Il web può anche essere utilizzato come una vetrina, a patto che sia interattiva però il web di oggi non deve servire solo a mostrarti, deve essere uno strumento imprescindibile di lavoro. Ti permette di essere sempre reperibile e di raggiungere utenti e comunità in tempo reale, questo vuol dire migliori relazioni con i tuoi clienti, migliori spunti per nuovi prodotti, migliori stimoli a migliorare di continuo. Una volta ci si limitava ad un lancio di prodotti all’anno, e spesso in concomitanza di fiere, oggi invece puoi virtualmente confrontarti giornalmente con i tuoi contatti anche solo per valutare un’idea che ti frulla in testa, ed avere un responso pressochè immediato.

Ci sono figure che si occupano esclusivamente del web in azienda?
Si e no 🙂 , dietro ai vari account c’è un’unica persona, che poi sarei io (Roberto Colombo ndr). E’ una cosa che mi piace e mi appassiona molto poter dialogare con gli utenti. Il passo successivo è quello di formare o comunque farsi affiancare da un team di professionisti che mi supporti negli ambiti più tecnici.

Cosa è cambiato nel modo di lavorare, dai media tradizionali al web?
La velocità di reazione, il modo di dialogare e di comunicare, un po’ tutto.

Soddisfatti del web, come strumento di marketing, o ancora perplessi?
Molto soddisfatti per ora, certi che molto altro si possa ancora fare però !

Grazie Roberto, buon lavoro a te e alla Cromobox.