Prendo spunto da un ottimo post di Barry Welford, recentemente pubblicato su www.searchenginepeople.com e intitolato “Dieci buoni motivi per rielaborare i vostri vecchi blog post” (titolo originale “10 Reasons For Editing Your Published Blog Posts”). Welford sostiene l’utilità di questa pratica sotto diversi aspetti, non ultimo quello SEO. Analizzando il traffico ottenuto dai singoli post, infatti, si può cercare di ottenere un maggior numero di visite modificandoli e migliorandoli.

Oltre a questo, sempre secondo Welford, si possono correggere errori, aggiungere immagini, approfondire il tema, inserire nuovi sviluppi e dare seguito ai feedback dei visitatori. Ma soprattutto si può creare quello che lui definisce “valore imperituro”, ovvero ciò che maggiormente differenzia una pagina scritta su carta da una pagina web. E ha ragione. La migliore enciclopedia cartacea del mondo ha oggi una vita media che non supera i 10 anni, poi diventa quasi carta straccia, mentre una pagina web (e a maggior ragione un blog post) è qualcosa di vivo, in continuo aggiornamento e sempre disponibile per la lettura.

Sembra dunque cadere l’ultima barriera tra le pagine web tradizionali e i blog post. Le prime sembravano infatti rappresentare “il cantiere sempre aperto”, i secondi, invece, apparivano come “frutti del momento” da cogliere al volo, firmati e datati ed in quanto tali non modificabili, se non altro per il rispetto di chi li avrebbe commentati. Ma il web, si sa, è per i lettori che verranno, non per quelli che già hanno letto e di sicuro anche questi ultimi non potranno che apprezzare eventuali sviluppi e migliorie.

Per i più scettici Welford raccoglie in coda al suo post tre interessanti testimonianze da altri blog: Jeff Quipp, che sostiene la teoria delle 3R (3Rs of Blogging – Redirect, Reuse, Recycle); Search Engine People, che ha creato il  WordPress Blog Link & Traffic Analysis PluginBill Slawski, autore di Reblossoming Content: Transforming Events Pages from Transitory to Evergreen. Il dibattito è aperto…

Reblog this post [with Zemanta]