Ringrazio CatePol per l’idea di questo post sullo scambio link. A giudicare da quanti webmaster me lo chiedono ancora, si direbbe che questa “vecchia” pratica sia ancora qualcosa di utile e di vivo, anche nello sfavillante mondo del web 2.0. Ma è davvero così? Ha ancora senso parlare di link exchange in relazione al posizionamento, al page rank, al SEO e a tutte le possibili strategie di ottimizzazione di un sito web?

Forse sì, forse no, direi. Di sicuro il reciprocal link exchange ha perso molto del suo impatto sui motori di ricerca per molti motivi, non ultimo il proliferare di directory di scambio gratuito che nel tempo hanno privato questa pratica del suo senso originario. Il web 2.0 ha fatto il resto, modificando anche gli usi e i costumi degli operatori del web, che ora cercano traffico e visite in molti altri modi.

Scambio sì o scambio no, dunque? Personalmente sarei fortemente tentato di dire no, arrivati a questo punto, ma di sicuro essere linkati da un “sitone” ha ancora il suo bel fascino (e anche i suoi effetti in chiave SEO), ci mancherebbe. Quindi scambio link “può darsi”, ma che sia con un sitone davvero, uno di quelli che danno autorevolezza, che ti collocano in un preciso “ecosistema digitale” e che portano traffico qualificato e visite pesanti. Qualcuno ha qualcosa da aggiungere?

Reblog this post [with Zemanta]