By

A Milano arriva Social CaseHistory Forum

Social CaseHistory Forum Milano 2012Un grande evento su Social Business e Social Media Marketing, il Social CaseHistory Forum che si terrà il 29 marzo 2012 a Milano, presso lo Spazio BlendTower. Le tematiche affrontate saranno affrontate sotto differenti chiavi di lettura, ma tutte assolutamente in pura ottica case study, con numeri e dati reali dalle aziende che li hanno vissuti in prima persona. Il claim della giornata di workshop non lascia dubbi: “Solo case history. Niente #fuffa”.

Gli interventi metteranno in evidenza gli elementi chiave della case history: brief e obiettivi, strategia e soluzioni, risultati ottenuti, errori da evitare in futuro e best practices da riproporre. Molti i workshop previsti, che spaziano per tema e per settore. Social CRM applicato di Trony; ilcrowdsourcing per “La creazione di un nuovo prodotto bancario” di Banca Ifis; il social engagement innescato da MarcoPolo Expert; il progetto sociale convogliato da “Dash Idee per le mamme”; l’esperienza istituzionale sui social media di ABIFormazione, scuola di formazione dell’Associazione Bancaria Italiana; l’email marketing internazionale di Illy; la campagna di prodotto di Samsung Galaxy Note.

Si affiancano anche presenze “dal basso” di iniziative giovanili o spontanee tra cui #nofreejobs e Italia 150 per cui gli ideatori hanno messo a disposizione uno spazio gratuito. Fra questi anche la redazione del blog LoSgamato che realizzerà tweet-video-intervisteai relatori durante tutta la giornata.

Una panoramica trasversale quindi che, come conferma la recente ricerca SocialMediaAbility di IULM, apre una finestra su una crescita che passa nell’ultimo anno dal 32,5% al 49,5% relativa alla presenza delle aziende italiane in almeno un social media. Durante l’evento completerà il quadro la ricerca “Would you be my fan? Pagine Facebook italiane: categorie di prodotto a confronto” effettuata da Blogmeter che consentirà di verificare come e se la crescita è anche supportata da un buon livello di coinvolgimento delle persone.

L’ingresso gratuito e senza registrazione è libero per tutta la giornata dalle 10 alle 18.

Riferimenti:

Sitohttp://www.socialcasehistoryforum.com
Facebookhttp://www.facebook.com/SocialCHForum
Twitterhttp://www.twitter.com/SocialCHForum
Foursquarehttp://www.foursquare.com/SocialCHForum
Contatti: info@socialcasehistoryforum.com

By

Cattiva crisi e buone idee: la settimana del baratto

La Settimana del Baratto di bed-and-breakfast.itUna grande iniziativa del portale www.bed-and-breakfast.it, dell’amico Gibì Scivoletto, rilancia una vecchia pratica di pagamento, mai del tutto abbandonata dall’uomo e assai gradita e “simpatica” in periodi di crisi e di rinascita morale come questo. Il portale, leader nazionale nel settore turistico, con particolare riferimento al segmento dei bed and breakfast, lancia in questi giorni la Settimana del Baratto, una fantastica iniziativa cui personalmente aderisco ed alla quale auguro un grande successo.

Vi sembra una cosa strana? Vi state chiedendo cosa mai si possa barattare nel XXI secolo? Davvero si può pensare di tornare indietro nel tempo e di provare a fare qualcosa di costruttivo senza i soldi contanti? Evidentemente sì e la cosa mi riempie di gioia e di aspettativa. E non è un’utopia un po’ “fricchettona”, credetemi; lo dico anche a certi colleghi, spesso troppo presi dal business e dal denaro “vero”, ma una buona pratica di civiltà, di cultura e di solidarietà. Questo il web può farlo: unire, coinvolgere e avvicinare offerte diverse e domande in evoluzione, spesso sopite e latenti. Read More

By

50 lavori in 50 settimane e la vita reale diventa reality show

Non trovava lavoro, Daniel Seddiqui, ventiseienne americano laureato in Economia e commercio, e così ha pensato di trasformare la sua vita reale in un reality autogestito, pubblicando in tempo reale sul suo sito web www.livingthemap.com i risultati di una clamorosa sfida: trovare 50 lavori in 50 settimane nei 50 stati USA!

Il logo del sito web www.livingthemap.com

La notizia è riportata in Italia da “Libero” e sembra confermare, una volta di più, come questo nostro mondo incapace di trovare soluzioni comuni per una salvezza ancora possibile, si affidi all’estro dei singoli per sdrammatizzare la situazione e creare nuove opportunità di business (tuttaltro che comuni e condivise, ovviamente).

Si legge sul sito:

I’m Daniel Seddiqui and I’m traveling all 50 states to work 50 different careers in 50 weeks. Sound crazy? I’m on a mission to explore the diverse careers, environments, and cultures offered in America. Join me, you may find the perfect job.

Ovviamente negli USA Daniel è già una star e sembra che Holliwood sia pronta a realizzare un film basato su questa esperienza. Non sembra pazzesco (sound crazy?) che si possano fare soldi mostrando dal vivo come sia impossibile farne se si cerca un lavoro come siamo abituati ad immaginarne?